Lombardia, scattano le norme anti-inquinamento in 9 province. Milano da bollino rosso, città "non salutare"
20 febbraio 2024
Lombardia, scattano le norme anti-inquinamento in 9 province. Milano da bollino rosso, città "non salutare"
Dopo il quarto giorno consecutivo di superamento dei valori limite del Pm10, scatteranno le misure antismog di primo livello in nove delle dodici province della Lombardia. Queste misure includono il divieto di circolazione per veicoli fino a euro 1 benzina e fino a euro 4 diesel nei Comuni con più di 30mila abitanti dalle 7:30 alle 19:30 tutti i giorni della settimana. Sarà altresì vietato accendere fuochi all'aperto e utilizzare stufe a legna fino a tre stelle. Le restrizioni si applicheranno a Milano, Monza, Como, Bergamo, Brescia, Mantova, Cremona, Lodi e Pavia. Analoghe misure erano già in vigore dal 30 gennaio in sei province. Tra le disposizioni del primo livello vi è anche il limite di temperatura per il riscaldamento a 19 gradi, oltre al divieto in agricoltura di distribuire liquami, digestati, fanghi di depurazione e fertilizzanti, tranne che per iniezione e interramento immediato. "Le misure sul miglioramento della qualità dell'aria in Lombardia proseguono" ha sottolineato l'assessore regionale all'Ambiente Giorgio Maione. "Investiremo anche quest'anno 30 milioni di euro per il rinnovamento degli impianti di riscaldamento e dei veicoli circolanti. In cinque anni - ha ricordato - gli investimenti complessivi legati alla sostenibilità ambientale in Lombardia ammontano a 19 miliardi". E inoltre "negli ultimi 20 anni le misure adottate dalla Regione, gli investimenti fatti dalle imprese e i comportamenti virtuosi dei cittadini hanno portato a una riduzione del 39% delle concentrazioni di Pm10 e del 45% delle concentrazioni di No2. Questi sono i dati di sistema sui quali calibrare le politiche ambientali. Nel frattempo, in considerazione delle condizioni meteo che determinano il ristagno degli inquinanti al suolo - ha concluso - attiviamo le misure temporanee previste dalla norma". Attualmente, si sta accendendo una disputa sui dati riguardanti la qualità dell'aria a Milano, con l'allarme smog che torna ad essere un tema prominente, suscitando preoccupazione. Secondo la classifica della società svizzera IqAir, la metropoli milanese è attualmente classificata come la terza città più inquinata al mondo. Questa valutazione, basata sulla misurazione 'live' della qualità dell'aria, colloca Milano come una delle città con la peggiore qualità dell'aria, indicata con il colore rosso, classificata come "non salutare", superata solo da Chengdu in Cina e Dhaka in Bangladesh. Al quarto posto si trova Delhi, in India, leggermente meglio di Milano. Questi dati, forniti dalla società svizzera specializzata nello sviluppo di prodotti per il monitoraggio e la pulizia dell'aria, hanno ricevuto ampia copertura mediatica e sono stati condivisi sui social media. Tuttavia, il sindaco Giuseppe Sala ha sollevato polemiche riguardo a questo tipo di classifiche. "Sono rivelazioni estemporanee fatte da un ente privato, io sono anche seccato di dover rispondere a domande su questioni che non esistono - dice il sindaco polemizzando con il giornalista che gli ha chiesto conto della classifica -. Noi stiamo lavorando per migliorare l'aria, Arpa dice che è migliorata anche se io sostengo che non è abbastanza. Parliamo di cose serie e questa non è una cosa seria", conclude sottolineando che si tratta di notizie da social. "Stiamo investendo miliardi per aumentare l'efficienza e velocità delle metropolitane, quello che posso fare io per ridurre le emissioni Co2 e decarbonizzare è aumentare la possibilità di scegliere in futuro tra auto, metro e treno, servizio pubblico. Detto questo ricordo due numeri perché sembra che le auto e le moto italiane siano colpevoli delle emissioni di Co2 nel mondo: le emissioni di auto e moto circolanti in Italia di Co2 sul totale mondiale è dello 0,4%". Lo ha detto Matteo Salvini, ministro delle Infrastrutture e trasporti, a Rtl 102.5, commentando la notizia degli allarmanti dati dello smog a Milano e in generale nella Pianura Padana. Salvini ha quindi parlato della "follia europea" che "mette al bando le auto benzina e diesel nel 2035, e su cui chiederemo l'impegno di tutti partiti italiani in vista delle europee a rivedere questo obbligo di avere solo auto elettriche". In Italia, "riguarda lo 0,4% delle emissioni di Co2 in tutto il mondo, mentre la Cina si avvicina al 30%. Chiuderemo le fabbriche in Italia per far inquinare e vendere di più i cinesi, mi sembra una follia". "Quello che io faccio è investire in ferro - ha spiegato ancora il ministro - stiamo investendo centinaia di milioni di euro per il prolungamento delle metropolitana di Milano, a nord verso Monza, a ovest verso la periferia di Baggio, stiamo investendo in Alta Velocita' tra Brescia, Verona, Vicenza, la Tav, il tunnel del Brennero".
[Torna alla Home]
Archivio notizie
OVS, società di abbigliamento quotata su Euronext Milan, ha chiuso l'esercizio terminato il 31 gennaio 2024 con vendite nette a 1.536 milioni di euro, in crescita dell'1,5% rispetto all'anno precedente, nonostante un meteo eccezionalmente... [leggi tutto]
 
"Nel dominio Benessere economico la grave deprivazione materiale e sociale (4,5% in Italia, 6,7% nel’Ue27) e il sovraccarico del costo dell’abitazione (6,6% in Italia e 8,7% nel’Ue27 ) segnalano per l’Italia una condizione di minor sfavore rispetto... [leggi tutto]
 
ENAV, la Società che gestisce il traffico aereo civile in Italia, attraverso la propria controllata IDS AirNav, leader a livello internazionale nella fornitura di piattaforme per la gestione delle informazioni aeronautiche, si è aggiudicata una... [leggi tutto]
 
Si è concluso oggi il piano neve che Anas, società del Polo Infrastrutture del Gruppo FS Italiane, ha messo in atto, congiuntamente alle Forze dell’Ordine, durante la stagione invernale 2023 - 2024, per fronteggiare le emergenze meteo, garantendo la... [leggi tutto]
 
La voglia di viaggiare degli italiani sembra non affievolirsi nonostante le tensioni internazionali e le ormai consuete "incertezze" del tempo. Secondo il Focus dell'Osservatorio Turismo Confcommercio, realizzato in collaborazione con Swg, dieci... [leggi tutto]
 
Uno studio ENEA pubblicato sulla rivista Safety in Extreme Environment ha permesso di identificare le aree del nostro Paese più a rischio di mortalità per eventi climatici estremi, che dal 2003 al 2020 hanno causato complessivamente 378 decessi, di... [leggi tutto]
News
17 aprile 2024
OVS, società di abbigliamento quotata su Euronext Milan, ha chiuso l'esercizio terminato il 31 gennaio 2024 con vendite nette a 1.536 milioni di euro, in crescita dell'1,5% rispetto all'anno precedente, nonostante un meteo... [leggi tutto]
  Osservazioni in tempo reale
Segui XMeteo su Twitter
Segui XMeteo su Twitter
questa pagina: